Da quando si sono chiuse le scuole, noi alunni della seconda C della Scuola Secondaria di primo grado di Cecchina, abbiamo deciso di scrivere un diario “Covid 19”, con la nostra professoressa di lettere Paola Aiello, per annotare pensieri, riflessioni, ansie e paure di questo periodo particolare che nessuno avrebbe mai pensato di vivere.

Il quattro marzo è stato il nostro ultimo giorno di scuola; all’improvviso, abbiamo lasciato abitudini, amici, parenti, professori. Le nostre vite, in poche ore, sono cambiate.

Chi è fortunato trascorre le sue giornate tra casa e giardino; chi ha pochi metri quadrati deve condividere ore, computer, lavori con tutti i membri della famiglia. Al nostro diario, affidiamo anche i nostri desideri più nascosti!

Quando tutto sarà finito, sarà bello rileggere, ricordare e…riflettere su quanto accaduto e su quanto scritto!

Viviana Bernardo – Classe II C

Cecchina, 19/03/2020 

Gaia Belluzzo – Classe II C

Cecchina, 21/03/2020

Giulia Mazzaroni – Classe II C

Cecchina, 31/03/2020

Anonimo – Classe II C

Cecchina, 01/04/2020

Aurora TorregianiClasse II C

Le nostre pagine continuano… Soprattutto la sera, quando il mondo già calmo si assopisce di più, affidiamo al nostro diario quello che sentiamo dentro e che, molte volte, non abbiamo il coraggio di dire nemmeno a noi stessi.

Con il passare dei giorni, ci rendiamo sempre più conto di quanto sia importante godere delle piccole gioie della vita, senza lamentarci inutilmente. Solo quando le “piccole grandi cose” quotidiane vengono a mancarci, capiamo la loro importanza e, come per magia, vorremmo che tutto tornasse come prima.

Con la tristezza nel cuore, ma anche con la speranza che è tipica degli adolescenti, auguriamo a tutti di superare questo capitolo della nostra storia, per raccontare, ai posteri, quanto bello sia vivere all’aria aperta, con le persone a noi care, in “perfetta armonia” con noi stessi, con gli altri e con tutto il creato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: